News
Grazie all'Ancl e all'Ordine dei CdL di Bari, l'Università di Bari avvia il corso di laurea triennale in Consulente del Lavoro e Operatore di impresa
news 31 luglio 2017 - a cura di Admin

Intervista al Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, prof. Roberto Voza

Nasce nell’Università di Bari il Corso di Laurea triennale in Consulente del lavoro e Operatore di impresa, attivato dal Dipartimento di Giurisprudenza (le iscrizioni sono già aperte). Chiediamo al Direttore del Dipartimento, prof. Roberto Voza, di illustrarci, anzitutto, la missione culturale di questa iniziativa.

R) Sappiamo bene che le competenze del giurista sono sempre più rilevanti, non solo nell’ambito delle professioni giuridiche tradizionali (magistratura, avvocatura, notariato), ma anche nel supporto all’organizzazione e alla gestione dell’impresa, chiamata alla migliore allocazione e combinazione possibile dei fattori produttivi (capitale e lavoro).  In quest’ottica, il nostro percorso triennale di studi permette di acquisire il patrimonio essenziale, ma al contempo specialistico, di conoscenze giuridiche utili a tale scopo. Prima del contenzioso e oltre il contenzioso, infatti, il diritto vive nella dimensione consulenziale e organizzativa, altamente spendibile in chiave professionale, in un sistema economico che richiede rapidità e alta qualificazione nelle decisioni manageriali e imprenditoriali da assumere e, insieme, una conoscenza delle regole giuridiche dei diversi settori dell’economia. La qualità dei servizi di consulenza offerti all’impresa contribuisce ad incrementarne la competitività e il buon posizionamento sul mercato. In particolare, la gestione ed amministrazione del personale è un’attività estremamente complessa, in ragione della necessità di rispettare i vincoli normativi posti all’impresa, ma anche in vista delle opportunità che la stessa regolazione giuridica del lavoro consente di cogliere in termini di flessibilità gestionale ed organizzativa. Si pensi a fasi come la selezione e formazione del personale, la scelta dello strumento contrattuale più consono alle esigenze imprenditoriali, la gestione dei rapporti di lavoro e delle relazioni sindacali sotto il profilo – ad esempio – dei tempi di lavoro o della mobilità professionale: sfide ancora più importanti nell’era dell’Industria 4.0, soprattutto in un territorio, come quello pugliese, composto di piccole e medie imprese per le quali diventano essenziali le competenze che collegano diritto, economia, lavoro e produzione. Naturalmente, la figura professionale che meglio racchiude tutti questi profili è quella di consulente del lavoro, sempre più al centro dell’attività d’impresa, per quantità e qualità delle funzioni svolte (alcune delle quali attribuite in via esclusiva dalla legge a tale professionista).

D) Come si articola questo percorso formativo?

R)Assieme alla conoscenza di base del diritto, il Corso offre una formazione specifica nelle materie di ambito giuridico ed economico, con particolare riferimento al diritto del lavoro, dell’economia e dell’impresa, senza trascurare il profilo transnazionale, sempre più rilevante nella comprensione del fenomeno giuridico (soprattutto quando si parla di regolazione giuridica del mercato del lavoro). Inoltre, esso permette di acquisire elementi di base dell’economia, della ragioneria e dell’organizzazione aziendale. Per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro dei laureati, il corso prevede attività teorico-pratiche ad integrazione del percorso di studi e include il tirocinio obbligatorio in enti, imprese e studi professionali. Aggiungo che sin d’ora, sulla base di apposite Convenzioni con gli Ordini dei Consulenti del Lavoro di Bari, Barletta-Andria-Trani e Matera, è possibile svolgere un semestre della pratica professionale durante gli studi universitari. Questa possibilità, prevista per i corsi di studio sin qui attivati dal Dipartimento, sarà estesa – a maggior ragione – al nuovo Corso.

D) E per chi non volesse diventare Consulente del lavoro?

R) Vi sono, comunque, ulteriori sbocchi professionali: operatore giuridico di impresa e nelle organizzazioni di rappresentanza degli interessi collettivi ed economico-professionali (associazioni sindacali dei lavoratori e degli imprenditori, Camere di commercio, ecc.), responsabile del personale e della gestione delle risorse umane, consulente d’azienda in materie giuridiche, esperto legale nelle pubbliche amministrazioni, ecc. Inoltre, il Corso permette di proseguire gli studi universitari e accedere ai corsi di laurea magistrali a ciclo unico attivati dal Dipartimento di Giurisprudenza, con il pieno riconoscimento dei CFU acquisiti nelle lauree triennali. Esso, inoltre, consente l’iscrizione a Master universitari di primo livello.

D) E per chi è già Consulente del lavoro o svolge un altro lavoro connesso alla gestione dell’impresa?

R) Ritengo che il Corso possa accrescere la qualificazione di professionisti ed operatori già presenti sul mercato del lavoro, nella prospettiva del lifelong learning, ormai diffusa e imprescindibile per consolidare il proprio posizionamento in ambito lavorativo.

D) L’Ordine dei Consulenti e l’ANCL possono contribuire allo sviluppo di questo percorso?

R) Il Corso di studi non sarebbe mai nato, se non ci fosse stata la preziosa collaborazione, a livello locale, della categoria, per il tramite dell’Ordine e dell’Associazione. Entrambi i soggetti hanno sempre creduto molto nell’Università come sede della formazione e della crescita culturale di coloro che pensano di avvicinarsi alla (o già svolgono la) professione di consulente del lavoro. Esaurita la fase della progettazione, che abbiamo condiviso con loro, credo che essi possano fare ancora molto nel monitorare e arricchire l’andamento del percorso. A mia volta (e qui parlo come giuslavorista della scuola barese fondata da Gino Giugni) ritengo che la professione di consulente del lavoro sia essenziale alla diffusione di un modello di impresa che sappia comprendere le regole del mercato del lavoro, cogliendone le opportunità e rispettandone i vincoli. Ai nostri studenti spieghiamo che un mercato senza regole non potrebbe mai funzionare, perché abbandonerebbe le imprese e i lavoratori alla legge della giungla. A loro volta, però, le regole debbono saper esprimere realmente il bisogno di protezione del lavoro unitamente alle esigenze di funzionalità dell’economia. La ricerca del delicato punto di equilibrio tra questi due poli è una sfida avvincente non solo per chi scrive le regole, ma anche per chi le studia e le applica.

Condividi
Array
(
    [USER] => anclsu-com
    [HOME] => /var/www/vhosts/anclsu.com
    [FCGI_ROLE] => RESPONDER
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => WZ4OgL6tV8UTAelnap@v9gAAANE
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /news/item/18132/
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18132/
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => WZ4OgL6tV8UTAelnap@v9gAAANE
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /news/item/18132/
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18132/
    [REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_UNIQUE_ID] => WZ4OgL6tV8UTAelnap@v9gAAANE
    [REDIRECT_SCRIPT_URL] => /news/item/18132/
    [REDIRECT_SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18132/
    [REDIRECT_STATUS] => 200
    [UNIQUE_ID] => WZ4OgL6tV8UTAelnap@v9gAAANE
    [SCRIPT_URL] => /news/item/18132/
    [SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18132/
    [proxy-nokeepalive] => 1
    [HTTP_HOST] => anclsu.com
    [HTTP_X_REAL_IP] => 54.81.237.159
    [HTTP_X_ACCEL_INTERNAL] => /internal-nginx-static-location
    [HTTP_CONNECTION] => close
    [HTTP_ACCEPT_ENCODING] => x-gzip, gzip, deflate
    [HTTP_USER_AGENT] => CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
    [HTTP_ACCEPT] => text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8
    [PATH] => /usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin
    [SERVER_SIGNATURE] => 
    [SERVER_SOFTWARE] => Apache
    [SERVER_NAME] => anclsu.com
    [SERVER_ADDR] => 176.227.172.127
    [SERVER_PORT] => 80
    [REMOTE_ADDR] => 54.81.237.159
    [DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [REQUEST_SCHEME] => http
    [CONTEXT_PREFIX] => 
    [CONTEXT_DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [SERVER_ADMIN] => lacatena@solcom.it
    [SCRIPT_FILENAME] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs/www/viewnews.php
    [REMOTE_PORT] => 41818
    [REDIRECT_QUERY_STRING] => id=18132
    [REDIRECT_URL] => /viewnews.php
    [GATEWAY_INTERFACE] => CGI/1.1
    [SERVER_PROTOCOL] => HTTP/1.0
    [REQUEST_METHOD] => GET
    [QUERY_STRING] => id=18132
    [REQUEST_URI] => /news/item/18132/
    [SCRIPT_NAME] => /www/viewnews.php
    [PHP_SELF] => /www/viewnews.php
    [REQUEST_TIME_FLOAT] => 1503530624.9764
    [REQUEST_TIME] => 1503530624
)
1
;