News
Conversione volontaria del rapporto: Jobs Act o il (vecchio) articolo 18?
news 07 settembre 2017 - a cura di Admin
L'approfondimento è di Giovanni Piglialarmi Dottorando di ricerca presso l'Università Degli Studi di Bergamo – ADAPT

L’art. 1, comma 2 del D.lgs. 4 marzo 2015, n. 23, che introduce le c.d. tutele crescenti, prevede che le disposizioni in esso contenute «si applicano anche nei casi di conversione, successiva all'entrata in vigore del presente decreto, di contratto a tempo determinato o di apprendistato in contratto a tempo indeterminato». Tuttavia, sono sempre più frequenti le casistiche che mettono in evidenza come ci sia incertezza nell’applicazione del nuovo regime sanzionatorio. Venendo ai fatti, il 9 settembre 2014, il proprietario di un bar ha assunto una dipendente con un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, che poi ha trasformato in tempo indeterminato il 12 aprile 2015. Attualmente, il datore di lavoro vuole licenziare la dipendente per giustificato motivo soggettivo. La società conta sei dipendenti e vorrebbe conoscere le possibili conseguenze in caso di illegittimità del licenziamento. La giurisprudenza sul punto non ancora pare essersi espressa. Ma molti commentatori si sono cimentati nel cercare una soluzione. Secondo un primo orientamento dottrinale, di fronte alla volontà delle parti di trasformare il rapporto di lavoro a termine in tempo indeterminato si applicherebbero le tutele crescenti perché nel rapporto di lavoro (a termine) precedentemente in essere l’art. 18 non trovava applicazione. Il datore di lavoro, quindi, dovrà corrispondere un’indennità in relazione alla durata del rapporto di lavoro, che è pari alla metà del valore calcolato in base all’art. 3, comma 2 (Cfr. art 9 D.lgs. n. 23/2015). In sostanza, tutto ciò che accade dopo il 7 marzo 2015, ricade sotto il regime sanzionatorio del D.lgs. n. 23/2015. Di questo parere è anche il Consiglio Nazionale Consulenti del Lavoro (v. circolare 11 marzo 2015, n. 6). Tuttavia, l’applicazione del regime delle tutele crescenti ai rapporti “convertiti” dopo il 7 marzo 2015 senza soluzione di continuità non è pacifica. Infatti, è stata avanzata l’ipotesi che per detti rapporti trovi ancora applicazione la tutela prevista dall’art. 18 della L. n. 300/1970 o comunque dall’art. 8 L. 604/1966. Infatti, la L. n. 183/2014, all’art. 1, comma 7, lett. c), prevede l’applicazione delle tutele crescenti unicamente per le nuove assunzioni. Non è quindi ipotizzabile che il Legislatore abbia teorizzato nella legge delega un modello indennitario da applicare solo alle nuove assunzioni, mentre nel decreto attuativo abbia utilizzato il termine “conversione” in senso atecnico quale sinonimo di “trasformazione” e persino di “prosecuzione” del contratto di lavoro. Infatti in termini giuridici, non possono essere considerate nuove assunzioni né le trasformazioni senza soluzioni di continuità di contratti temporanei in essere né tanto meno la mera prosecuzione dei contratti di apprendistato, al termine del periodo di formazione, senza che una delle parti abbia formalmente optato per la risoluzione del rapporto

Condividi
Array
(
    [USER] => anclsu-com
    [HOME] => /var/www/vhosts/anclsu.com
    [FCGI_ROLE] => RESPONDER
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => WhMN3Mp7pQT2dm9NBccThgAAANQ
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /news/item/18235/
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18235/
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => WhMN3Mp7pQT2dm9NBccThgAAANQ
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /news/item/18235/
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18235/
    [REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_UNIQUE_ID] => WhMN3Mp7pQT2dm9NBccThgAAANQ
    [REDIRECT_SCRIPT_URL] => /news/item/18235/
    [REDIRECT_SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18235/
    [REDIRECT_STATUS] => 200
    [UNIQUE_ID] => WhMN3Mp7pQT2dm9NBccThgAAANQ
    [SCRIPT_URL] => /news/item/18235/
    [SCRIPT_URI] => http://anclsu.com/news/item/18235/
    [proxy-nokeepalive] => 1
    [HTTP_HOST] => anclsu.com
    [HTTP_X_REAL_IP] => 54.167.253.186
    [HTTP_X_ACCEL_INTERNAL] => /internal-nginx-static-location
    [HTTP_CONNECTION] => close
    [HTTP_ACCEPT_ENCODING] => x-gzip, gzip, deflate
    [HTTP_USER_AGENT] => CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
    [HTTP_ACCEPT] => text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8
    [HTTP_IF_MODIFIED_SINCE] => Wed, 20 Sep 2017 03:37:55 GMT
    [PATH] => /usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin
    [SERVER_SIGNATURE] => 
    [SERVER_SOFTWARE] => Apache
    [SERVER_NAME] => anclsu.com
    [SERVER_ADDR] => 176.227.172.127
    [SERVER_PORT] => 80
    [REMOTE_ADDR] => 54.167.253.186
    [DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [REQUEST_SCHEME] => http
    [CONTEXT_PREFIX] => 
    [CONTEXT_DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [SERVER_ADMIN] => lacatena@solcom.it
    [SCRIPT_FILENAME] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs/www/viewnews.php
    [REMOTE_PORT] => 44103
    [REDIRECT_QUERY_STRING] => id=18235
    [REDIRECT_URL] => /viewnews.php
    [GATEWAY_INTERFACE] => CGI/1.1
    [SERVER_PROTOCOL] => HTTP/1.0
    [REQUEST_METHOD] => GET
    [QUERY_STRING] => id=18235
    [REQUEST_URI] => /news/item/18235/
    [SCRIPT_NAME] => /www/viewnews.php
    [PHP_SELF] => /www/viewnews.php
    [REQUEST_TIME_FLOAT] => 1511198172.1183
    [REQUEST_TIME] => 1511198172
)
1
;