Quesiti
Agevolazioni contributive in caso di non regolarità
23 aprile 2012 - - CCNL applicato:
Nel caso una ditta non sia in regola con il pagamento dei contributi, la stessa non ha diritto alle agevolazioni contributive e al rilascio del Durc. In tal caso è però previsto che l Inps diffidi alla regolarizzazione entro 15 giorni. Qualora la ditta regolarizzi nel termine predetto, il Durc verrà emesso. In tal caso però la ditta riacquisterà i benefici delle agevolazioni contributive (ad es., riduzione contributi per assunti in mobilità) oppure le stesse si considerano irrimediabilmente perdute?
Soluzione proposta:
Risponde l'esperto:
La compiuta disamina della materia è contenuta nella circolare Inps del 18 aprile 2008, n. 51, alla quale si rimanda per opportuna valutazione. In questa sede, e in via di estrema sintesi, occorre dire che fra i requisiti di regolarità contributiva, l art. 5 del decreto Ministero del lavoro 24.10.2007 prevede:
a) la correntezza degli adempimenti mensili o, comunque, periodici;
b) la corrispondenza tra versamenti effettuati e versamenti accertati dagli Istituti previdenziali come dovuti;
c) l inesistenza di inadempienze in atto;
d) la richiesta di rateizzazione per la quale l Istituto competente abbia espresso parere favorevole;
e) le sospensioni dei pagamenti a seguito di disposizioni legislative;
f) l istanza di compensazione per la quale sia stato documentato il credito.
Stante quanto precede, il punto 7 della citata circolare Inps prevede che, nel caso in cui dalla verifica venga accertata una situazione di irregolarità dalla quale potrebbe conseguire il mancato riconoscimento dei benefici richiesti attraverso il DM10, con il meccanismo del preavviso di accertamento negativo verrà assegnato al datore di lavoro un termine non superiore ai 15 giorni per regolarizzare la situazione debitoria. Trascorso inutilmente il termine assegnato, permanendo una delle condizioni di irregolarità rilevate, l Inps procederà al recupero delle agevolazioni attraverso l emissione di apposita nota di rettifica, che dovrebbe riportare, in corrispondenza dei codici esposti sul DM10, l indicazione recupero delle agevolazioni ai sensi dell art. 1, comma 1175, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.
Al contrario, qualora l azienda, nell arco dei 15 giorni assegnati, abbia provveduto ad estinguere la situazione di irregolarità (attraverso una qualsiasi delle modalità sopra descritte), il diritto ai benefici si deve intendere pienamente ripristinato.
4 dicembre 2008

Giovambattista Vavalà