Quesiti
ESONERO CONTRIBUTIVO L. 190/2014
23 giugno 2016 - ALBERGHI - CCNL applicato:TURISMO

UN'AZIENDA ALBERGHIERA STAGIONALE HA ASSUNTO NELL'ANNO 2015 ALCUNI DIPENDENTI CHE AVEVANO I REQUISITI PREVISTI PER L'ESONERO CONTRIBUTIVO DI CUI ALLA L. 190/2014.

SONO STATI RISPETTATI QUINDI TUTTI I PALETTI PREVISTI DALLA CIRCOLARE INPS N. 17 DEL 29/01/2015 SIA IN CAPO AL LAVORATORE CHE ALL'AZIENDA.

ALLA FINE DEL PERIODO PRODUTTIVO, INDICATIVAMENTE IL 30/09/2015,  L'AZIENDA HA LICENZIATO I LAVORATORI PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO.

PRECISO CHE A MONTE L'AZIENDA HA RICHIESTO ED OTTENUTO IL CODICE AUTORIZZAZIONE 6Y PER USUFRUIRE DEL BENEFICIO CONTRIBUTIVO.

IN DATA 07/06/2016 L'INPS RICHIEDE ALL'AZIENDA IL VERSAMENTO DEL BENEFICIO INDEBITAMENTE USUFRUITO CON LA SEGUENTE MOTIVAZIONE:

I DIPENDENTI..... , ASSUNTI CON LA SUDDETTA AGEVOLAZIONE, SONO STATOI LICENZIATI NEL MEDESIMO ANNO. TALE COMPORTAMENTO E' INCOMPATIBILE CON LE FINALITA' DELLA LEGGE E CIOE' UN AUMENTO REALE DELLA BASE OCCUPAZIONALE MEDIANTE L'ASSUNZIONE DI PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO IN QUANTO L'ATTIVITA' SVOLTA DA CODESTA AZIENDA E' DI NATURA STAGIONALE.


Soluzione proposta:

RITENGO CHE L'INTERPRETAZIONE DATA DALL'INPS SIA ERRATA IN QUANTO NE' LA LEGGE NE LE VARIE CIRCOLARI ESPLICATIVE HANNO ESCLUSO LE AZIENDE CON APERTURA E/O A CARATTERE STAGIONALE.

PRECISO CHE IN PASSATO L'INPS NON HA MAI FATTO OBIEZIONE PER LA STESSA AZIENDA PER ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO AI QUALI VENIVANO APPLICATI GLI SGRAVI DELLA L. 407/90 ( ASSUNZIONI CONTROLLATE PER LE QUALI L'INPS COMUNICAVA ANNUALMENTE PER GLI STESSI LAVORATORI I PERIODI RESIDUI DEI 36 MESI DI CUI L'AZIENDA POTEVA ANCORA USUFRUIRE)

LA LEGGE NON FA ALCUN RIFERIMENTO ALL'ULA IN QUANTO TRATTASI DI ESONERO E NON SGRAVIO.

RIGUARDO LA STABILE OCCUPAZIONE L'AZIENDA HA CON I LAVORATORI ASSUNTI UNA CONTINUITA' PLURIENNALE.

TRATTASI DI UNA GRAVE DISCRIMINAZIONE NEI CONFRONTI DI AZIENDE DEL SETTORE TURISMO CHE ANNUALMENTE ASSUMONO DAI 30/35 DIPENDENTI NEI CONFRONTI DI ALTRE AZIENDE ANCHE PICCOLE CHE SICURAMENTE NELL'ANNO 2015 AVRANNO ASSUNTO CON L'ESONERO E LICENZIATO IN CORSO D'ANNO.

GRAZIE

Risponde l'esperto:

 Dalla lettura della norma e delle circolari esplicative INPS in materia, non emergono, come evidenziato, divieti espressi per la fruizione dello sgravio contributivo previsto dalla Legge di Stabilità per l’assunzione di lavoratori nei settori stagionali, posto peraltro il riferimento esplicito al “contratto a tempo indeterminato”.

Appare infatti del tutto coerente con il dettato normativo la prassi seguita da alcune realtà aziendali che hanno attivato, per la gestione stagionale dell’attività, la tipologia dei contratti a part-time verticali a tempo indeterminato, con prestazione lavorativa concentrata sui periodi oggetto della stagionalità aziendale annuale.

Diverso appare il caso di un’eventuale utilizzo di contratto a tempo pieno e indeterminato in attività che per sua natura sono soggette a cicli stagionali. In tal caso le “ragioni oggettive” del licenziamento a fine stagione possono essere già di fatto sottese in sede di attivazione del contratto.

Tale prassi potrebbe evidenziarne la fruizione in frode alla legge posto che lo sgravio, ha lo “scopo di promuovere forme di occupazione stabile” (Circ. 57/2016) e pertanto verrebbe utilizzato per una diversa finalità ovvero quella di soddisfare esigenze temporanee legate all’apertura degli esercizi pubblici nei mesi estivi.

Nonostante l’interruzione del rapporto di lavoro sia avvenuta per giustificato motivo oggettivo, in caso di contestazione sull’uso degli incentivi, l’onere della prova sarà a carico dell’Azienda, che dovrà essere in grado di provare la sua buona fede.

F.to Antonio Stella