Rassegna stampa
Conguagli in arrivo per le vittime da amianto
21 aprile 2017 - stampa - ItaliaOggi

Conguagli in arrivo per le vittime da amianto

  di Carla De Lellis 

Conguagli in arrivo sulle rendite Inail alle vittime dell'amianto. Con decreto 7 marzo, infatti, i ministeri del lavoro e dell'economia hanno approvato la determina Inail n. 4/2017 che fissa al 13,8% la misura della prestazione aggiuntiva dovuta per l'anno 2015. La misura è superiore agli acconti erogati (10,5%), per cui spetta l'erogazione di un conguaglio del 3,3%. Il decreto è stato pubblicato ieri sul sito della pubblicità legale del ministero del lavoro.

Una prestazione aggiuntiva. La prestazione è prevista da uno specifico «fondo vittime per l'amianto», istituto presso l'Inail dalla legge n. 244/2007 (c.d. protocollo Welfare). Il fondo eroga questa prestazione aggiuntiva come maggiorazione della rendita Inail già percepita e collegata a patologie asbesto-correlate per esposizione all'amianto e alla fibra «fiberfrax» ovvero, in caso di premorte, agli eredi dei lavoratori. Il finanziamento della prestazione avviene con apposita addizionale sui premi Inail. La misura delle addizionali a partire dall'anno 2014 sono pari a 1,33% per i premi ordinari e a 0,2% per i premi ex Ipsema.

Acconti e saldo. La prestazione aggiuntiva viene erogata d'ufficio dall'Inail attraverso un sistema che prevede due acconti e il conguaglio. La misura del primo acconto è pari al 10% dell'importo di ciascun rateo di rendita; il secondo acconto è erogato, fino a esaurimento delle risorse disponibili del fondo, in un'unica soluzione entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello di riferimento. Infine il conguaglio è erogato entro sei mesi dalla fine dell'esercizio successivo a quello in cui è stato erogato il primo acconto. Per l'anno 2015, l'Inail aveva fissato il secondo acconto nella misura dello 0,5%, in aggiunta al primo acconto del 10%.

Il conguaglio. Considerato che la spesa relativa alla prestazione aggiuntiva per il 2015, quantificata in euro 6,8 milioni, trova copertura nel bilancio di previsione per l'esercizio del 2017, con determina n. 50/2017 (determina ora definitivamente approvata per decreto), l'Inail ha fissato la misura complessiva della prestazione, per l'anno 2015 al 13,8%. Di conseguenza, il conguaglio risulta del 3,3% tenuto conto dei complessivi acconti (10,5%) già erogati.

Collegamenti esterni