Centro Studi
Array
(
    [0] => Array
        (
            [id] => 138
            [bozza] => no
            [inevidenza] => no
            [dataarticolo] => 2019-06-11 10:36:00
            [categorie_id] => 40
            [accounts_id] => 25953
            [canale] => tutti
            [titolo] => In questo numero: crisi d’impresa, relazioni industriali, previdenza nel settore edile
            [occhiello] => 
            [corpo] => 

In questa edizione:

- L'editoriale del Presidente Montanaro: "La Legge (non) è uguale per tutti."

- "Crisi d'impresa e gestione del personale. Alcuni spunti per la professione di Cdl" a cura di Francesco Geria

- "Riders: arriva il primo accordo collettivo in Toscana" a cura di Giovanni Cruciani e Andrea Balducci

-"L'Ancl in supporto alla Cnce. Chiarimenti su contributi aggiuntivi" 

[riassunto] => L'edizione numero 4 del 2019 della rivista ufficiale "Il Consulente Milleottantuno" [thumb] => /public/users/user-25953/1081/copertina1081giugnot.png [file] => /public/users/user-25953/1081/copertina1081giugnot.png [datapubblicazione] => 2019-06-11 10:36:00 [slug] => in-questo-numero-crisi-d-impresa-relazioni-industriali-previdenza-nel-settore-edile [created_at] => 2019-06-10 10:37:08 [updated_at] => 2019-06-13 15:05:54 [categorie] => Array ( [id] => 40 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Il Consulente Milleottantuno [slug] => il-consulente-milleottantuno ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 105 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 138 [file] => /public/users/user-25953/1081/1081maggiogiugno2019.pdf [titolo] => Il n.4 de "Il Consulente Milleottantuno" ) ) ) [1] => Array ( [id] => 144 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2019-06-10 15:16:00 [categorie_id] => 32 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => DURC: le iniziative legali in corso [occhiello] => L’Ufficio Legale ANCL ha in corso numerose controversie volte a contrastare l’assurda politica ispettiva avviata dall’INPS in materia di DURC. Di seguito sono riportate le principali argomentazioni utilizzate in tali giudizi. [corpo] => DURC: le iniziative legali in corso [riassunto] => di Francesco Stolfa – Avvocato e Responsabile dell’Ufficio Legale ANCL [thumb] => [file] => [datapubblicazione] => 2019-06-10 15:16:00 [slug] => durc-le-iniziative-legali-in-corso [created_at] => 2019-06-10 15:17:05 [updated_at] => 2019-06-10 15:20:12 [categorie] => Array ( [id] => 32 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Note di approfondimento [slug] => note-di-approfondimento ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 102 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 144 [file] => /public/users/user-25953/approfondimenti/stolfa-1_notiziario_2019.pdf [titolo] => DURC: le iniziative legali in corso ) ) ) [2] => Array ( [id] => 143 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2019-06-10 11:44:00 [categorie_id] => 30 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Sentenza n.1092/2019 del Tribunale di Trani [occhiello] => [corpo] =>

In allegato la sentenza della settimana

[riassunto] => Sentenza della settimana [thumb] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [file] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [datapubblicazione] => 2019-06-10 11:44:00 [slug] => sentenza-n-1092-2019-del-tribunale-di-trani [created_at] => 2019-06-10 11:45:29 [updated_at] => 2019-06-10 11:56:03 [categorie] => Array ( [id] => 30 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Sentenza della settimana [slug] => sentenza-della-settimana ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 101 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 143 [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/trib-trani-1092-2019-1.pdf [titolo] => Sentenza del Tribunale di Trani n. 1092/2019 ) ) ) [3] => Array ( [id] => 142 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2019-06-10 11:34:00 [categorie_id] => 30 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Sentenza della Corte d'Appello di Bari n. 1216/2019 [occhiello] => [corpo] =>

In allegato la sentenza

[riassunto] => La sentenza della settimana [thumb] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-area.jpg [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-area.jpg [datapubblicazione] => 2019-06-10 11:34:00 [slug] => sentenza-della-corte-d-appello-di-bari-n-1216-2019 [created_at] => 2019-06-10 11:34:34 [updated_at] => 2019-06-10 11:44:12 [categorie] => Array ( [id] => 30 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Sentenza della settimana [slug] => sentenza-della-settimana ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 100 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 142 [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/app-bari-1216-2019.pdf [titolo] => Sentenza della Corte d'Appello di Bari n. 1216/2019 ) ) ) [4] => Array ( [id] => 141 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2019-06-10 11:25:00 [categorie_id] => 30 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Sentenza del Tribunale di Roma n. 4354/2019 [occhiello] => [corpo] =>

In allegato la sentenza

[riassunto] => La sentenza della settimana [thumb] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-area.jpg [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-area.jpg [datapubblicazione] => 2019-06-10 11:25:00 [slug] => sentenza-del-tribunale-di-roma-n-4354-2019 [created_at] => 2019-06-10 11:26:02 [updated_at] => 2019-06-10 11:33:49 [categorie] => Array ( [id] => 30 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Sentenza della settimana [slug] => sentenza-della-settimana ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 99 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 141 [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/trib-roma3264-18.pdf [titolo] => Sentenza del Tribunale di Roma n. 4354/2019 ) ) ) [5] => Array ( [id] => 140 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2019-06-10 11:17:00 [categorie_id] => 42 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Verbali di conciliazione in sede sindacale: essenziale il rispetto delle procedure [occhiello] => [corpo] =>

Con sentenza n. 8354 dell’8 maggio 2019 il Tribunale di Roma, Sezione Lavoro (relatrice la dr.ssa Cacace) ha fissato due importanti principi in materia di conciliazioni in sede sindacale:

1) i verbali di conciliazione (o transazioni che dir si voglia) si considerano stipulati in sede protetta e sono quindi inoppugnabili ai sensi del quarto comma dell’art. 2113, solo ove siano stati redatti nel rispetto delle procedure espressamente previste dai contratti collettivi sottoscritti dalle associazioni sindacali maggiormente rappresentative, così come dispone chiaramente l’art. 412-ter c.p.c..

2) i verbali di conciliazione per essere ritenuti inoppugnabili devono essere stipulati alla conclusione di una procedura nell’ambito della quale la funzione del conciliatore risulti effettivamente svolta in modo tale da rendere il lavoratore pienamente consapevole dei diritti ai quali va a rinunciare.


In allegato l'approfondimento completo

[riassunto] => A cura dell’Avv. Francesco Stolfa - Responsabile dell’Ufficio Legale ANCL [thumb] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [file] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [datapubblicazione] => 2019-06-10 11:17:00 [slug] => verbali-di-conciliazione-in-sede-sindacale-essenziale-il-rispetto-delle-procedure [created_at] => 2019-06-10 11:17:37 [updated_at] => 2019-06-10 11:23:10 [categorie] => Array ( [id] => 42 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Ultimissime dall'ufficio legale [slug] => ultimissime-dall-ufficio-legale ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 104 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 140 [file] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimissime-ufficio-legale-giugno-2019.pdf [titolo] => Verbali di conciliazione in sede sindacale: essenziale il rispetto delle procedure ) ) ) [6] => Array ( [id] => 128 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2019-03-27 16:28:00 [categorie_id] => 30 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => La contrattazione collettiva nel settore delle agenzie assicurative e il ruolo del Consulente del lavoro [occhiello] => a cura di Giovanni Piglialarmi – Centro Studi Nazionale [corpo] =>

Nel 2019, i tribunali italiani tornano a discutere di rappresentatività comparata. E lo fanno in un settore particolare come quello delle agenzie assicurative, che nell'arco di un decennio ha registrato non poche difficoltà a causa di alcune problematiche legate al sistema di relazioni industriali della categoria.

Infatti, fino al 2011, il sistema di relazioni industriali era composto dalle associazioni sindacali SNA, UNAPASS, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, UILCA-UIL e FNA. Il 4 febbraio 2011, infatti, le associazioni sindacali SNA, UNAPASS, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, UILCA-UIL e FNA hanno stipulato il rinnovo del contratto con validità triennale e decorrenza dal 1° gennaio 2009 ma il successivo 14 aprile 2011 il comitato centrale dello SNA non ha ratificato, così ingenerando una discrezionalità di comportamento in capo alle aziende di settore circa l’applicazione o meno del rinnovo contrattuale.

Sennonché, il 10 novembre 2014 è stato stipulato un nuovo CCNL tra SNA – l’associazione dei datori di lavoro fuoriuscita dal sistema di contrattazione instaurato con le federazioni aderenti a CGIL, CISL e UIL – CPMI Italia (Confederazione Piccola e Media Industria e Impresa Italiana), FESICA CONFSAL (Federazione Sindacale Industria Commercio Artigianato), CONFSAL FISALS (Federazione Italiana dei Sindacati Autonomi dei Lavoratori Stranieri).

Dalla convivenza dei due contratti all’interno della categoria merceologica, ne è nato un importante contenzioso volto a definire quale contratto, tra i due, sia sottoscritto dalle «organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative nella categoria» per la determinazione della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (cfr. art. 2, comma 25 della legge n. 549 del 1995). Gli orientamenti della giurisprudenza di merito, divisi nel privilegiare l’uno piuttosto che l’altro contratto, sono sintetizzati nelle pronunce del Tribunale di Pavia e del Tribunale di Genova. Sebbene le argomentazioni del Tribunale di Pavia hanno avuto più rilevanza per una presunta novità del principio di diritto enunciato (che innovativo non è in quanto già la Corte di Cassazione aveva fatto chiarezza sul punto, come spiegato ampiamente nell’ultimo numero della rivista “Il Consulente 1081”), la sentenza genovese sembra invece accogliere un’interpretazione dei fatti che sia più rispettosa delle vicende contrattuali che hanno interessato il settore. Infatti, mentre il contratto collettivo sottoscritto dalle federazioni aderenti alle confederazioni CGIL, CISL e UIL si configura in un rinnovo contrattuale, il contratto collettivo siglato nel 2014 da SNA e CONFSAL è un nuovo accordo, che non ha la stessa portata applicativa del primo contratto. Il Consulente del lavoro, dunque, deve farsi carico di recepire le ricostruzioni operate dalla giurisprudenza per garantire l’applicazione dei contratti abilitati dalla legge a svolgere funzioni di carattere pubblicistico.

Allo stato attuale, quindi, tenuto conto anche del fatto che il giudice genovese ha svolto un’istruttoria adeguata per indagare sul grado di rappresentatività delle organizzazioni sindacali sottoscriventi i due contratti, il contratto collettivo da prendere a riferimento per la determinazione della retribuzione imponibile ai fini previdenziali è il quello sottoscritto dalle associazioni sindacali ANAPA, UNAPASS, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, UILCA-UIL e FNA. Peraltro, anche il Tribunale di Forlì si è pronunciato in tal senso, seppure sia stato depositato ad oggi solo il dispositivo della sentenza e non ancora le motivazioni.

[riassunto] => a cura di Giovanni Piglialarmi – Centro Studi Nazionale [thumb] => [file] => [datapubblicazione] => 2019-03-27 16:28:00 [slug] => la-contrattazione-collettiva-nel-settore-delle-agenzie-assicurative-e-il-ruolo-del-consulente-del-lavoro [created_at] => 2019-03-27 16:29:07 [updated_at] => 2019-03-27 16:36:33 [categorie] => Array ( [id] => 30 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Sentenza della settimana [slug] => sentenza-della-settimana ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 89 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 128 [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-1.pdf [titolo] => Clicca qui per leggere la sentenza del Tribunale di Genova, n. 1064 del 1° febbraio 2019. ) [1] => Array ( [id] => 90 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 128 [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-1-2.pdf [titolo] => Clicca qui per leggere la sentenza del Tribunale di Pavia, n. 80 del 26 febbraio 2019. ) ) ) [7] => Array ( [id] => 127 [bozza] => no [inevidenza] => si [dataarticolo] => 2019-03-14 14:19:00 [categorie_id] => 40 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Numero speciale de "Il consulente milleottantuno" - marzo 2019 [occhiello] => Contrattazione collettiva qualificata e regolarità economico-previdenziale dell’impresa. La funzione (e i rischi) del Consulente del Lavoro. [corpo] =>

In questo numero

La normativa in materia di retribuzione imponibile ai fini previdenziali.


La sentenza del Tribunale di Pavia: il “mancato onere della prova della

rappresentatività” in cosa consiste?


La sentenza della Corte di Cassazione del 20 febbraio 2019, n. 4951 e la complessità

dell’attuale assetto della normativa statale rispetto alla contrattazione collettiva.


Differenze e dubbie analogie tra l’art. 7 del d.l. n. 248 del 2007 e l’art. 1, comma 1175

della legge n. 296 del 2006.

[riassunto] => Contrattazione collettiva qualificata e regolarità economico-previdenziale dell’impresa. La funzione (e i rischi) del Consulente del Lavoro. [thumb] => /public/users/user-25953/1081/copertina-marzo-2019.jpg [file] => /public/users/user-25953/1081/copertina-marzo-2019.jpg [datapubblicazione] => 2019-03-14 14:19:00 [slug] => numero-speciale-de-il-consulente-milleottantuno-marzo-2019 [created_at] => 2019-03-14 14:19:43 [updated_at] => 2019-03-14 14:35:29 [categorie] => Array ( [id] => 40 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Il Consulente Milleottantuno [slug] => il-consulente-milleottantuno ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 88 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 127 [file] => /public/users/user-25953/1081/1081-marzo-2019.pdf [titolo] => Numero speciale de "Il consulente milleottantuno" - marzo 2019 ) ) ) [8] => Array ( [id] => 126 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2019-03-07 09:09:00 [categorie_id] => 29 [accounts_id] => 25953 [canale] => UP [titolo] => Le novità in tema fiscale dopo la Legge di Bilancio 2019 [occhiello] => Le novità fiscali introdotte dalla Legge di Bilancio 2019, legge 145/2018 analizzate dal Centro Studi ANCL Nazionale [corpo] =>

Sommario

Conferme e novità del nuovo regime forfetario

Deduzione IMU per i capannoni

Riporto delle perdite

Tassazione agevolata utili reinvestiti in beni materiali

strumentali e incremento dell’occupazione

Proroga e rimodulazione dell’iperammortamento

Estromissione immobile dell’imprenditore individuale

La rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni

[riassunto] => Le novità fiscali introdotte dalla Legge di Bilancio 2019, legge 145/2018 analizzate dal Centro Studi ANCL Nazionale [thumb] => /public/users/user-25953/tema-del-mese/immagini-tema-del-mese/copertina-marzo2019.jpg [file] => /public/users/user-25953/tema-del-mese/immagini-tema-del-mese/copertina-marzo2019.jpg [datapubblicazione] => 2019-03-07 09:09:00 [slug] => le-novita-in-tema-fiscale-dopo-la-legge-di-bilancio-2019 [created_at] => 2019-03-07 09:09:45 [updated_at] => 2019-03-07 09:13:12 [categorie] => Array ( [id] => 29 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Tema del mese [slug] => tema-del-mese ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 87 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 126 [file] => /public/users/user-25953/tema-del-mese/marzo2019.pdf [titolo] => Scarica il documento ) ) ) ) 1
Pagina 1 | 2 | 3 | ...8 successiva >>