Centro Studi
Array
(
    [0] => Array
        (
            [id] => 96
            [bozza] => no
            [inevidenza] => si
            [dataarticolo] => 2018-11-08 09:40:00
            [categorie_id] => 42
            [accounts_id] => 25953
            [canale] => iscritti
            [titolo] => Operazione Poseidone: la Corte d’Appello di Bari detta alcuni punti fermi.
            [occhiello] => Approfondimento a cura dell’Avv. Francesco Stolfa Responsabile dell’Ufficio Legale ANCL

            [corpo] => 

Le cause proposte dall’Ufficio Legale ANCL-SU contro gli avvisi di addebito emessi dall’INPS nell’ambito della cd. Operazione Poseidone stanno avendo tutte esito positivo. Esse si aggiungono a numerose altre decisioni ottenute da altri, anch'esse quasi tutte positive.

Il problema è, però, che rispetto alla mole complessiva degli avvisi di addebito notificati, sono stati molti quelli opposti. Ciò probabilmente si spiega con gli importi contributivi piuttosto bassi messi in esecuzione che ha costituito un deterrente al contenzioso. Il saldo dell’operazione quindi risulta ancora ampiamente positivo e ciò spiega perché, nonostante gli esiti giudiziari negativi, l’INPS continui a notificare gli avvisi.

In realtà gli avvisi di addebito finora notificati attenevano in prevalenza ai contributi c.d. fissi. Gli ulteriori contributi determinati, invece, in percentuale sugli utili dichiarati potrebbero essere più consistenti (dipende ovviamente dall’andamento e dalla consistenza dell’azienda). 

[riassunto] => Pareri, commenti e sentenze annotate, utili per l’attività professionale di Consulente del lavoro [thumb] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [file] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [datapubblicazione] => 2018-11-08 09:40:00 [slug] => operazione-poseidone-la-corte-d-appello-di-bari-detta-alcuni-punti-fermi [created_at] => 2018-11-08 09:40:32 [updated_at] => 2018-11-08 09:46:19 [categorie] => Array ( [id] => 42 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Ultimissime dall'ufficio legale [slug] => ultimissime-dall-ufficio-legale ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 67 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 96 [file] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/operazioneposeidoneufficio-legale08112018.pdf [titolo] => Operazione Poseidone: la Corte d’Appello di Bari detta alcuni punti fermi. ) ) ) [1] => Array ( [id] => 95 [bozza] => no [inevidenza] => si [dataarticolo] => 2018-10-31 09:50:00 [categorie_id] => 42 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Cessione d’azienda e contratti di consulenza in “abbonamento”. Il caso di Reggio Emilia [occhiello] => La rubrica è a cura dell’Avv. Francesco Stolfa - Responsabile dell’Ufficio Legale ANCL [corpo] => Un’iscritta all’U.P. di Reggio Emilia segnalava un caso molto particolare sul quale la Presidenza Nazionale attivava l’intervento dell’Ufficio Legale. Nello specifico, era accaduto che un importante Studio di consulenza del lavoro, organizzato in forma di s.r.l., più o meno in coincidenza con la cessione dell’attività del suo titolare, aveva ceduto l’azienda al Centro Servizi di un’importante associazione artigianale.


 

[riassunto] => Pareri, commenti e sentenze annotate, utili per l’attività professionale di Consulente del lavoro [thumb] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [file] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimeufficiolegale.jpg [datapubblicazione] => 2018-10-31 09:50:00 [slug] => cessione-d-azienda-e-contratti-di-consulenza-in-abbonamento-il-caso-di-reggio-emilia [created_at] => 2018-10-31 09:51:20 [updated_at] => 2018-10-31 09:56:09 [categorie] => Array ( [id] => 42 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Ultimissime dall'ufficio legale [slug] => ultimissime-dall-ufficio-legale ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 66 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 95 [file] => /public/users/user-25953/ultimissime-ufficio-legale/ultimissimeufficiolegale.pdf [titolo] => Cessione d’azienda e contratti di consulenza in “abbonamento”. Il caso di Reggio Emilia ) ) ) [2] => Array ( [id] => 94 [bozza] => no [inevidenza] => si [dataarticolo] => 2018-10-26 16:57:00 [categorie_id] => 32 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Il numero di ottobre della rivista "Il Consulente Milleottantuno" [occhiello] => Edizione del mese di ottobre della rivista ufficiale del Sindacato "Il Consulente Milleottantuno" [corpo] =>

Tra i numerosi articoli pubblicati in questo numero c'è anche un importante approfondimento dal titolo "Lavoro e dignità. Alcune considerazioni applicative", curato da Dario Montanaro Presidente dell’ ANCL, in collaborazione con il Centro Studi Nazionale ANCL “Cesare Orsini” e con il Centro Studi dell’Associazione ILA – Ispettori del Lavoro Associati.


[riassunto] => Edizione del mese di ottobre della rivista ufficiale del Sindacato "Il Consulente Milleottantuno" [thumb] => /public/users/user-25953/1081/1081n8copertina.jpg [file] => /public/users/user-25953/1081/1081n8copertina.jpg [datapubblicazione] => 2018-10-26 16:57:00 [slug] => il-numero-di-ottobre-della-rivista-il-consulente-milleottantuno [created_at] => 2018-10-26 16:57:32 [updated_at] => 2018-10-26 17:42:47 [categorie] => Array ( [id] => 32 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Note di approfondimento [slug] => note-di-approfondimento ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 65 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 94 [file] => /public/users/user-25953/1081/1081-2018ottobre.pdf [titolo] => Il numero di ottobre della rivista "Il Consulente Milleottantuno" ) ) ) [3] => Array ( [id] => 90 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2018-09-28 14:34:00 [categorie_id] => 31 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Il reato di somministrazione fraudolenta [occhiello] => Tratto dal bollettinoADAPT del 3 settembre 2018, n. 29 [corpo] =>

L'approfondimento è di Pierluigi Rausei

[riassunto] => Tratto dal bollettinoADAPT del 3 settembre 2018, n. 29 [thumb] => /public/users/user-25953/varie/adapt.png [file] => /public/users/user-25953/varie/adapt.png [datapubblicazione] => 2018-09-28 14:34:00 [slug] => il-reato-di-somministrazione-fraudolenta [created_at] => 2018-10-01 14:34:44 [updated_at] => 2018-10-01 14:42:51 [categorie] => Array ( [id] => 31 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Contributi vari [slug] => contributi-vari ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 64 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 90 [file] => /public/users/user-25953/varie/reatosomministrazionefraudolenta28092018.pdf [titolo] => Il reato di somministrazione fraudolenta ) ) ) [4] => Array ( [id] => 89 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2018-09-28 14:25:00 [categorie_id] => 32 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Lavoro e dignità. Alcune considerazioni applicative [occhiello] => L'approfondimento è a cura di Dario Montanaro Presidente dell’Associazione Nazionale Consulenti del lavoro – Sindacato Unitario, in Collaborazione con il Centro Studi Nazionale “Cesare Orsini”. [corpo] =>

Introduzione. Alcune considerazioni sulle causali e sul ruolo di supporto dell’autonomia collettiva.

Come è noto, da anni l’Associazione Nazionale dei Consulenti del lavoro, che unitariamente rappresenta la categoria professionale, interloquisce con le organizzazioni sindacali confederali al fine di risolvere le criticità del sistema contrattuale. Questo confronto oggi deve continuare, vista anche la concreta urgenza di intervenire sui sistemi contrattuali dei diversi settori produttivi per poter costruire un percorso che metta al centro la “certezza del diritto”.

Il legislatore, con il decreto legge 12 luglio 2018, n. 87 convertito in legge 9 agosto 2018, n. 96, ha modificato alcune disposizioni del d.lgs. 15 giugno 2015, n. 81 (il c.d. Testo Unico dei contratti di lavoro) tra le quali l’art. 19 prevedendo al comma 1 che “al contratto di lavoro subordinato può essere apposto un termine di durata non superiore a dodici mesi. Il contratto può avere una durata superiore, ma comunque non eccedente i ventiquattro mesi, solo in presenza di almeno una delle seguenti condizioni: a) esigenze temporanee e oggettive, estranee all'ordinaria attività, ovvero esigenze di sostituzione di altri lavoratori; b) esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria”.


Continua a leggere l'approfondimento allegato

[riassunto] => Il Decreto Dignità è legge. A cosa deve fare attenzione il Consulente del lavoro? [thumb] => /public/users/user-25953/news/anclcentrostudi.jpg [file] => /public/users/user-25953/news/anclcentrostudi.jpg [datapubblicazione] => 2018-09-28 14:25:00 [slug] => lavoro-e-dignita-alcune-considerazioni-applicative [created_at] => 2018-10-01 14:26:17 [updated_at] => 2018-10-01 14:32:12 [categorie] => Array ( [id] => 32 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Note di approfondimento [slug] => note-di-approfondimento ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 63 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 89 [file] => /public/users/user-25953/approfondimenti/dl-dignitaconsiglioperativi28092018.pdf [titolo] => Lavoro e dignità. Alcune considerazioni applicative ) ) ) [5] => Array ( [id] => 88 [bozza] => no [inevidenza] => si [dataarticolo] => 2018-08-03 12:32:00 [categorie_id] => 40 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Il consulente Milleottantuno - luglio 2018 [occhiello] => In allegato la rivista completa [corpo] =>

In questo numero approfondimenti in area sindacale, area fiscale e di diritto del lavoro, news, sentenze e risposte ai quesiti di maggiore interesse.

Buona lettura

[riassunto] => Online il numero di luglio 2018 della rivista ufficiale del sindacato [thumb] => /public/users/user-25953/1081/1081lugliocopertina.jpg [file] => /public/users/user-25953/1081/1081lugliocopertina.jpg [datapubblicazione] => 2018-08-03 12:32:00 [slug] => il-consulente-milleottantuno-luglio-2018 [created_at] => 2018-08-03 12:33:19 [updated_at] => 2018-08-03 12:46:10 [categorie] => Array ( [id] => 40 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Il Consulente Milleottantuno [slug] => il-consulente-milleottantuno ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 62 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 88 [file] => /public/users/user-25953/1081/1081-2018luglio.pdf [titolo] => "Il Consulente Milleottantuno" di luglio 2018 ) ) ) [6] => Array ( [id] => 87 [bozza] => no [inevidenza] => si [dataarticolo] => 2018-08-03 11:53:00 [categorie_id] => 29 [accounts_id] => 25953 [canale] => UP [titolo] => Strumenti di tutela in materia di ispezioni sul lavoro [occhiello] => A cura di Francesco Stolfa (Ufficio legale Ancl Su), Maria Luana Cambareri (Addetta Area Legale e Cont. I.T.L. Reggio Calabria) e Bruno Bravi [corpo] =>

Il "Tema del mese" di Luglio/Agosto 2018 è dedicato agli strumenti di tutela in materia di ispezioni sul lavoro

[riassunto] => Il tema del mese: Luglio/Agosto 2018 [thumb] => /public/users/user-25953/tema-del-mese/immagini-tema-del-mese/copertina.jpg [file] => /public/users/user-25953/tema-del-mese/immagini-tema-del-mese/copertina.jpg [datapubblicazione] => 2018-08-03 11:53:00 [slug] => strumenti-di-tutela-in-materia-di-ispezioni-sul-lavoro [created_at] => 2018-08-03 11:54:22 [updated_at] => 2018-08-03 12:02:35 [categorie] => Array ( [id] => 29 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Tema del mese [slug] => tema-del-mese ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 60 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 87 [file] => /public/users/user-25953/tema-del-mese/temadelmeseluglioagostotutelaispezioni.pdf [titolo] => "Tema del mese": Strumenti di tutela in materia di ispezioni ) ) ) [7] => Array ( [id] => 86 [bozza] => no [inevidenza] => si [dataarticolo] => 2018-06-15 11:01:00 [categorie_id] => 40 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Imprevisti lavorativi [occhiello] => In allegato il testo completo della rivista [corpo] =>

In questo numero approfondimenti in area sindacale e di diritto del lavoro, news e risposte ai quesiti di maggiore interesse.

Buona lettura

[riassunto] => Online l'edizione di giugno 2018 della rivista ufficiale del sindacato "Il Consulente Milleottantuno" [thumb] => /public/users/user-25953/1081/copertina1081giugno.jpg [file] => /public/users/user-25953/1081/copertina1081giugno.jpg [datapubblicazione] => 2018-06-15 11:01:00 [slug] => imprevisti-lavorativi [created_at] => 2018-06-15 11:02:10 [updated_at] => 2018-08-01 17:41:32 [categorie] => Array ( [id] => 40 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Il Consulente Milleottantuno [slug] => il-consulente-milleottantuno ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 59 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 86 [file] => /public/users/user-25953/1081/1081-2018n4giugno.pdf [titolo] => Il consulente Milleottantuno - giugno 2018 ) ) ) [8] => Array ( [id] => 84 [bozza] => no [inevidenza] => no [dataarticolo] => 2018-06-14 16:54:00 [categorie_id] => 30 [accounts_id] => 25953 [canale] => iscritti [titolo] => Ancora sul licenziamento via Whatsapp: anche la Corte d’Appello di Roma conferma la legittimità della pratica [occhiello] => L'approfondimento è di Giovanni Piglialarmi del Centro Studi Nazionale Ancl [corpo] => Il licenziamento del dipendente comunicato via Whatsapp è legittimo. Infatti, i negozi sono a forma libera e la legge impone solo che il recesso datoriale sia comunicato per iscritto: non rileva dunque il supporto cui l’azienda affida “la comunicazione” per il dipendente. La dichiarazione di voler recedere dal rapporto si desume come conosciuta nel momento in cui giunge all'indirizzo del destinatario. Per stabilire se esiste un titolo in base al quale il rapporto è cessato, il giudice può utilizzare tutto il materiale probatorio presentato agli atti. La messaggistica può essere considerata uno strumento che è in concreto nella sfera di dominio e controllo del lavoratore, che può conoscerne il contenuto. La conseguenza di ciò è che ogni volta che l’azienda comunica il recesso al lavoratore, questo dovrà essere impugnato nelle forme e nei tempi previsti dal c.d. Collegato Lavoro (L. n. 183/2010). E’ quanto stabilito dalla Corte d’Appello di Roma, con sentenza pubblicata il 23 aprile 2018. 


In allegato la sentenza della Corte d’Appello di Roma del 23 aprile 2018

[riassunto] => Approfondimento sulla sentenza della Corte d’Appello di Roma del 23 aprile 2018 [thumb] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-area.jpg [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/sentenza-area.jpg [datapubblicazione] => 2018-06-14 16:54:00 [slug] => ancora-sul-licenziamento-via-whatsapp-anche-la-corte-d-appello-di-roma-conferma-la-legittimita-della-pratica [created_at] => 2018-06-14 16:54:39 [updated_at] => 2018-06-14 17:04:31 [categorie] => Array ( [id] => 30 [accounts_id] => 25953 [inevidenza] => no [nome] => Sentenza della settimana [slug] => sentenza-della-settimana ) [files] => Array ( [0] => Array ( [id] => 58 [accounts_id] => 25953 [articoli_id] => 84 [file] => /public/users/user-25953/sentenza-della-settimana/app-roma2018.pdf [titolo] => Sentenza della Corte d’Appello di Roma del 23 aprile 2018 ) ) ) ) 1
<< precedente 1 | Pagina 2 | 3 | 4 | ...6 successiva >>