Il Consulente 1081
Estratto conto contributivo ed errata data di pensionamento
1081 numero 9 anno 2016 - news a cura di Francesco Longobardi

Estratto conto contributivo ed errata data di pensionamento

L’Inps deve rifondere il danno procurato in caso di rilascio di estratto contributivo cui consegue l’errata convinzione di poter essere collocato in pensione. Cosi? si e? pronunciata la Corte di cassazione con la sentenza 2 maggio 2016, n. 8604. Tribunale e Corte d’Appello avevano respinto la domanda di un ex dipendente avente ad oggetto la richiesta di condanna dell'Inps al risarcimento del danno derivatogli dalla mancata percezione del trattamento pensionistico per circa 18 mesi, in conseguenza dell'erronea comunicazione della sua situazione contributiva da parte dell'Istituto circa il numero dei contributi accreditatigli. In particolare - osservavano i giudici d’appello - il prospetto contributivo, sul quale l'assicurato aveva fatto affidamento per ritenere perfezionati i requisiti contributivi necessari per la pensione, non aveva valore certificativo ai sensi dell'art. 54 della legge n. 88/1989, trattandosi di una semplice "videata di computer, senza alcuna sottoscrizione da parte dei funzionario responsabile, senza riferimento alla legge n.88/1989", priva di indicazioni circa la data alla quale, con quel numero di contributi settimanali, il ricorrente avrebbe maturato il diritto alla pensione di anzianita?. Inoltre si addebitava al richiedente che ben avrebbe fatto a richiedere un nuovo estratto contributivo con requisiti certificativi prima di accettare la risoluzione del rapporto di lavoro. Contro questa sentenza il mancato pensionato ricorre in cassazione. Va premesso che la stessa suprema Corte ha avuto modo di esaminare il caso di lavoratori che avevano rassegnato le dimissioni sul presupposto, poi rivelatosi errato, di avere maturato i requisiti di anzianita? necessari per beneficiare della pensione, dopo avere esaminato gli estratti conto provenienti dall’INPS attestanti il raggiungimento di un numero di contributi utile a tal fine. In tali casi, ha affermato che il lavoratore indotto alle dimissioni da colpevole comportamento dell’INPS ha diritto al risarcimento del danno in un importo commisurabile a quello delle retribuzioni perdute fra la data della cessazione del rapporto di lavoro e quella dell'effettivo conseguimento della detta pensione, in forza del completamento del periodo di contribuzione a tal fine necessario, ottenuto col versamento di contributi volontari, da sommarsi a quelli obbligatori anteriormente accreditati (, Cass., 10 novembre 2008, n. 26925, in cui si e? statuito che, in caso di erronea comunicazione al lavoratore, da parte dell'Inps, della posizione contributiva utile al pensionamento, l'ente risponde del danno derivatone per inadempimento contrattuale, salvo che provi l'estraneita? della causa dell'errore alla sua sfera di controllo e l'inevitabilita? del fatto impeditivo nonostante l'applicazione della normale diligenza). Si e? in particolare evidenziato l’obbligo che fa carico all'Istituto, ai sensi della L. 9 marzo 1989, n. 88, art. 54, di comunicare all'assicurato che ne faccia richiesta, i dati relativi alla propria situazione previdenziale e pensionistica ("e? fatto obbligo agii enti previdenziali di comunicare, a richiesta esclusiva dell'interessato o di chi ne sia da questi legalmente de fegato o ne abbia diritto ai sensi di legge, i dati richiesti relativi alla propria situazione previdenziale e pensionistica"; l'ultimo periodo di questa norma dispone che: "La comunicazione da parte degli enti ha valore certificativo della situazione in essa descritta"). Si e? poi qualificata la responsabilita? dell'Ente come contrattuale, in quanto si tratta di obbligazione di origine legale attinente ad un rapporto intercorrente tra due parti, con la conseguente applicabilità dell’art. 1218 cod.civ. Questa norma pone espressamente a carico del debitore la prova che l'inadempimento è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile, prova che esige la dimostrazione dello specifico impedimento che ha reso impossibile la prestazione.

Condividi
Array
(
    [USER] => anclsu-com
    [HOME] => /var/www/vhosts/anclsu.com
    [FCGI_ROLE] => RESPONDER
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => Xv4B82TL7jw3TaJKVBJG9AAAAQI
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => Xv4B82TL7jw3TaJKVBJG9AAAAQI
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_UNIQUE_ID] => Xv4B82TL7jw3TaJKVBJG9AAAAQI
    [REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_STATUS] => 200
    [UNIQUE_ID] => Xv4B82TL7jw3TaJKVBJG9AAAAQI
    [SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [HTTPS] => on
    [proxy-nokeepalive] => 1
    [HTTP_HOST] => anclsu.com
    [HTTP_X_REAL_IP] => 3.236.15.246
    [HTTP_X_ACCEL_INTERNAL] => /internal-nginx-static-location
    [HTTP_CONNECTION] => close
    [HTTP_USER_AGENT] => CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
    [HTTP_ACCEPT] => text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8
    [HTTP_ACCEPT_LANGUAGE] => en-US,en;q=0.5
    [HTTP_ACCEPT_ENCODING] => br,gzip
    [PATH] => /usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin
    [SERVER_SIGNATURE] => 
    [SERVER_SOFTWARE] => Apache
    [SERVER_NAME] => anclsu.com
    [SERVER_ADDR] => 176.227.172.127
    [SERVER_PORT] => 443
    [REMOTE_ADDR] => 3.236.15.246
    [DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [REQUEST_SCHEME] => https
    [CONTEXT_PREFIX] => 
    [CONTEXT_DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [SERVER_ADMIN] => root@localhost
    [SCRIPT_FILENAME] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs/www/capitoli1081.php
    [REMOTE_PORT] => 55605
    [REDIRECT_QUERY_STRING] => title=dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci&page=2
    [REDIRECT_URL] => /capitoli1081.php
    [GATEWAY_INTERFACE] => CGI/1.1
    [SERVER_PROTOCOL] => HTTP/1.0
    [REQUEST_METHOD] => GET
    [QUERY_STRING] => title=dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci&page=2
    [REQUEST_URI] => /milleottantuno/leggi/dimissioni-telematiche-ai-dubbi-si-aggiungono-gli-equivoci/2
    [SCRIPT_NAME] => /www/capitoli1081.php
    [PHP_SELF] => /www/capitoli1081.php
    [REQUEST_TIME_FLOAT] => 1593704947.4597
    [REQUEST_TIME] => 1593704947
)
1
;