Il Consulente 1081
Scelta del regime contabile, necessaria la verifica dei limiti
1081 numero 2 anno 2016 - focus a cura di Celeste Vivenzi

Focus su Iva

Prima di procedere con le registrazioni del 2016 occorre verificare l’ammontare dei ricavi o il volume d’affari IVA dell’anno 2015 rispettivamente per poter applicare il regime di contabilità semplificata ovvero per poter determinare la liquidazione dell’iva trimestralmente.
In materia di “scelta del regime contabile”, fatto salvo l’obbligo per il  regime ordinario da parte delle spa, srl, sapa, cooperative e mutue assicuratrici ecc., la norma prevede che le persone fisiche e le società di persone che esercitano imprese commerciali possono adottare il regime di contabilità semplificata se  i ricavi conseguiti in un anno intero non abbiano superato l’ammontare di euro 400.000,00, per le imprese aventi per oggetto prestazioni di servizi e di euro 700.000,00, per le imprese aventi per oggetto altre attività (per i contribuenti che esercitano contemporaneamente prestazioni di servizi e altre attività si fa riferimento all’ammontare dei ricavi relativi alla attività prevalente e,  in mancanza della distinta annotazione dei ricavi, si considerano prevalenti le attività diverse dalle prestazioni di servizi).
Al fine di verificare se l’ammontare dei ricavi conseguiti nel 2015 superi i predetti limiti deve farsi  riferimento al criterio della “competenza” e, in caso di inizio attività, è necessario ragguagliare ad anno i ricavi presunti (i contribuenti che non superano i predetti limiti adottano la contabilità semplificata quale “regime naturale” fatta salva la possibilità di optare per il regime ordinario mediante comportamento concludente e con comunicazione dell’opzione o della revoca nella prima dichiarazione annuale Iva da presentare relativamente all’anno in cui la scelta è stata operata tramite la barratura dell’apposita casella nel quadro VO).
Si rammenta che i professionisti e gli artisti applicano in via naturale, a prescindere dal volume d’affari conseguito nell’anno precedente, la contabilità semplificata in quanto il regime di contabilità ordinaria è applicabile solo su opzione di durata annuale e indipendentemente dall’ammontare dei compensi conseguiti.
Ai fini Iva invece per determinare il regime IVA “mensile” o “trimestrale”  occorre sempre guardare ai medesimi limiti ma facendo riferimento al “volume d’affari“ (costituito dall’ammontare complessivo delle cessioni di beni e prestazioni di servizi poste in essere nell’anno solare, ad esclusione delle cessioni di beni ammortizzabili e dei passaggi interni. A far data dal gennaio 2013, le operazioni extraterritoriali (cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nei confronti di soggetto passivo CEE, cessioni di beni art. 7-bis, prestazioni di servizi non soggette IVA artt. 7-ter, 7-quater e 7-quinquies) devono essere fatturate e registrate nel registro IVA vendite e concorrono alla determinazione del volume di affari IVA).
In conclusione le imprese e i professionisti che nell’anno d’imposta precedente hanno realizzato un volume di affari non superiore ai limiti sopra indicati possono optare per la liquidazione dell’Iva con cadenza trimestrale anziché mensile (in caso di tenuta della contabilità unificata va fatto riferimento al limite di euro 700.000 per tutte le attività esercitate se i corrispettivi delle diverse attività non sono distintamente annotati mentre se i corrispettivi delle diverse attività sono annotati distintamente devono sussistere congiuntamente i  requisiti richiesti).
Per completezza si specifica che per “annotazione separata“ dei corrispettivi si intende la tenuta di distinti i mastrini riferiti ai ricavi delle attività “di servizi” rispetto a quelli delle attività “non di servizi” ovvero l’adozione di “registri sezionali” su vendite e/o corrispettivi (obbligo del registro riepilogativo) o la tenuta della contabilità separata ex art. 36 D.P.R. 633/72 (per obbligo o per opzione).
 

Condividi
Array
(
    [USER] => anclsu-com
    [HOME] => /var/www/vhosts/anclsu.com
    [FCGI_ROLE] => RESPONDER
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => XzCsf0axN72FaF8t3jraSgAAANI
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => XzCsf0axN72FaF8t3jraSgAAANI
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_UNIQUE_ID] => XzCsf0axN72FaF8t3jraSgAAANI
    [REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_STATUS] => 200
    [UNIQUE_ID] => XzCsf0axN72FaF8t3jraSgAAANI
    [SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [HTTPS] => on
    [proxy-nokeepalive] => 1
    [HTTP_HOST] => anclsu.com
    [HTTP_X_REAL_IP] => 35.172.233.215
    [HTTP_X_ACCEL_INTERNAL] => /internal-nginx-static-location
    [HTTP_CONNECTION] => close
    [HTTP_USER_AGENT] => CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
    [HTTP_ACCEPT] => text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8
    [HTTP_ACCEPT_LANGUAGE] => en-US,en;q=0.5
    [HTTP_ACCEPT_ENCODING] => br,gzip
    [PATH] => /usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin
    [SERVER_SIGNATURE] => 
    [SERVER_SOFTWARE] => Apache
    [SERVER_NAME] => anclsu.com
    [SERVER_ADDR] => 176.227.172.127
    [SERVER_PORT] => 443
    [REMOTE_ADDR] => 35.172.233.215
    [DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [REQUEST_SCHEME] => https
    [CONTEXT_PREFIX] => 
    [CONTEXT_DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [SERVER_ADMIN] => root@localhost
    [SCRIPT_FILENAME] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs/www/capitoli1081.php
    [REMOTE_PORT] => 51636
    [REDIRECT_QUERY_STRING] => title=il-mito-poseidone&page=2
    [REDIRECT_URL] => /capitoli1081.php
    [GATEWAY_INTERFACE] => CGI/1.1
    [SERVER_PROTOCOL] => HTTP/1.0
    [REQUEST_METHOD] => GET
    [QUERY_STRING] => title=il-mito-poseidone&page=2
    [REQUEST_URI] => /milleottantuno/leggi/il-mito-poseidone/2
    [SCRIPT_NAME] => /www/capitoli1081.php
    [PHP_SELF] => /www/capitoli1081.php
    [REQUEST_TIME_FLOAT] => 1597025407.4483
    [REQUEST_TIME] => 1597025407
)
1
;