Il Consulente 1081
Ferie solidali: la contrattazione aziendale sia da esempio
1081 numero 12 anno 2016 - focus a cura di Renzo La Costa

Ferie solidali: la contrattazione aziendale sia da esempio

Sono chiamate ferie solidali e sono quelle che potranno essere cedute gratuitamente dai lavoratori a colleghi che hanno figli minori che necessitano di presenza fisica e cure costanti. La novità – abbastanza silente - è contenuta nell’articolo 24 del dl sulle semplificazione dei rapporti di lavoro. La normativa imita la legge francese Mathys, creata in omaggio al piccolo Matys Germain di 10 anni affetto da tumore e morto il 31 dicembre 2009. I colleghi di Christophe Germain, padre del piccolo, gli regalarono tutti i giorni di ferie arretrati che avevano – sulla base di una lungimirante accordo aziendale - per permettergli di passare più tempo possibile con il bambino. Quando fu chiesto al papà, quando il piccolo Matys non c’era ormai più – cosa si potesse fare ancora in termini di solidarietà, la risposta – detta in sintesi – è stata per l’auspicio che molti altri genitori nelle stesse condizioni potessero avere la stessa opportunità di tempo per l’assistenza. Cosicché quell’iniziativa aziendale, di periferia, approda al parlamento Francese che ne fa una legge. Legge che oggi è recepita nel nostro ordinamento con l’articolo 24 del decreto legislativo 151/2015. Disposizione, questa, che demanda ai contratti collettivi la disciplina della cessione solidale delle ferie. Alcuni CCNL hanno già e con grande apprezzamento recepito meritoriamente la disposizione, ma che risente delle lentezze del rinnovo della contrattazione collettiva. Disposizione che in termini economici, nulla costa al datore di lavoro e – peraltro – crea un clima solidale e partecipe in ambito lavorativo aziendale. Si parla tanto di partecipazione dei lavoratori agli utili di impresa, ma non si parla affatto della umanità dei lavoratori dipendenti. Si parla tanto di incremento della produttività, ma non si parla affatto della umanizzazione del lavoro.  Il principio introdotto dalla nuova disposizione rappresenta un  rilevante valore endo-solidaristico in un contesto di welfare aziendale,  La norma stabilisce che, nel rispetto dei limiti stabiliti dal decreto legislativo 66/2003 in materia di orario di lavoro, i lavoratori possono cedere a titolo gratuito i riposi e le ferie maturate ad altri lavoratori dipendenti dello stesso datore, in modo da consentire a questi ultimi di assistere i figli minori che, per le particolari condizioni di salute, necessitano di cure costanti. La disposizione è entrata in vigore il 24 settembre scorso ma, per essere pienamente efficace, si dovrà attendere che i contratti collettivi, stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, stabiliscano, nel rispetto dei limiti cui si è accennato, misura, condizioni e modalità di esercizio del diritto. In attesa della contrattazione collettiva, però, nulla vieta di inserire nella contrattazione aziendale una tale facoltà per l’organizzazione dell’impresa, posto che l’art. 14 del dlgs 151/2015 ha sostanzialmente cancellato la gerarchia tra contrattazione nazionale e contrattazione aziendale. In una qualsiasi contrattazione aziendale può coraggiosamente (oltre che nobilmente) inserirsi la disciplina delle ferie solidali, peraltro reperibile in rete sulla base di contrattazioni nazionali già adottate (ad es. federchimica). Non è azzardato ma direi necessario stimolare il recepimento di norme della migliore civile convivenza e solidarietà in quei freddi testi della contrattazione collettiva: che con il progresso e l’evoluzione della contrattazione stessa, non regolano più soltanto i rapporti di lavoro, ma anche il welfare e le condizioni di vita dei lavoratori. Scriveva  George Bernard Shaw ( scrittore, critico teatrale dell’800) “Io sono dell'opinioneche la mia vita appartenga alla comunità, e fintanto che vivo è un mio privilegio fare per essa tutto quello che mi è possibile.” Facciamolo tutti, adesso.

Condividi
Array
(
    [USER] => anclsu-com
    [HOME] => /var/www/vhosts/anclsu.com
    [FCGI_ROLE] => RESPONDER
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => Xv4Fa2TL7jw3TaJKVBJH9wAAARg
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => Xv4Fa2TL7jw3TaJKVBJH9wAAARg
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_UNIQUE_ID] => Xv4Fa2TL7jw3TaJKVBJH9wAAARg
    [REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_STATUS] => 200
    [UNIQUE_ID] => Xv4Fa2TL7jw3TaJKVBJH9wAAARg
    [SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [HTTPS] => on
    [proxy-nokeepalive] => 1
    [HTTP_HOST] => anclsu.com
    [HTTP_X_REAL_IP] => 3.236.15.246
    [HTTP_X_ACCEL_INTERNAL] => /internal-nginx-static-location
    [HTTP_CONNECTION] => close
    [HTTP_USER_AGENT] => CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
    [HTTP_ACCEPT] => text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8
    [HTTP_ACCEPT_LANGUAGE] => en-US,en;q=0.5
    [HTTP_ACCEPT_ENCODING] => br,gzip
    [PATH] => /usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin
    [SERVER_SIGNATURE] => 
    [SERVER_SOFTWARE] => Apache
    [SERVER_NAME] => anclsu.com
    [SERVER_ADDR] => 176.227.172.127
    [SERVER_PORT] => 443
    [REMOTE_ADDR] => 3.236.15.246
    [DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [REQUEST_SCHEME] => https
    [CONTEXT_PREFIX] => 
    [CONTEXT_DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [SERVER_ADMIN] => root@localhost
    [SCRIPT_FILENAME] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs/www/capitoli1081.php
    [REMOTE_PORT] => 56086
    [REDIRECT_QUERY_STRING] => title=l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro&page=2
    [REDIRECT_URL] => /capitoli1081.php
    [GATEWAY_INTERFACE] => CGI/1.1
    [SERVER_PROTOCOL] => HTTP/1.0
    [REQUEST_METHOD] => GET
    [QUERY_STRING] => title=l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro&page=2
    [REQUEST_URI] => /milleottantuno/leggi/l-ancl-il-30-giugno-al-festival-del-lavoro/2
    [SCRIPT_NAME] => /www/capitoli1081.php
    [PHP_SELF] => /www/capitoli1081.php
    [REQUEST_TIME_FLOAT] => 1593705835.5369
    [REQUEST_TIME] => 1593705835
)
1
;