Il Consulente 1081
Legislatore, ci sei?
1081 numero 5 anno 2016 - editoriale a cura di Francesco Longobardi

Dal voucher alle dimissioni: le proposte del Sindacato

La nostra Associazione di categoria ha una caratteristica imprescindibile e ormai riconosciuta: la caparbietà. Quell’atteggiamento che ci porta a sottolineare, scrivere, richiamare ed interpellare le Istituzioni e gli Enti, ogni qualvolta venga compromesso l’operato o non venga rispettata la dignità e il lavoro dei consulenti del lavoro. Così in diverse occasione non ci siamo tirati indietro dal far sentire la nostra voce e dal cercare un confronto costruttivo e soprattutto propositivo.

Ne è un esempio il lavoro svolto in merito alla procedura per la convalida delle dimissioni e risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, in vigore dal 12 marzo, per la quale non vi è stato un minimo segnale dalla compagine ministeriale che abbia preso atto delle complicazioni introdotte con il decreto semplificazioni. Più volte abbiamo sottolineato che la procedura dettata dal recente decreto è improponibile, ma soprattutto – per i Consulenti del Lavoro – assolutamente inaccettabile.
Il permanere di un siffatto sistema, non potrà vedere i Consulenti del lavoro né collaborativi né pietosamente accondiscendenti; anzi, se da questo sistema diabolico ne potrà venire un ingolfamento delle procedure ed un copioso contenzioso per la pubblica amministrazione, allora ben venga. La responsabilità del legislatore sarà evidente, e noi saremo in prima linea per affermare sino alla nausea che l’avevamo detto.
Se si vuole davvero semplificare, le nostre proposte le abbiamo avanzate da tempo e continuiamo a riproporle caparbiamente:
- prevedere le dimissioni tacite per comportamento concludente (quando il lavoratore si assenti ingiustificatamente per più di un certo numero di giorni);
- prevedere che qualsiasi tipo di dimissione esplicite o tacite si ritenga convalidato anche in caso di mancata impugnazione nel termine di 10 gg. dal momento della cessazione dell’attività lavorativa (analogamente a quanto già avviene per il licenziamento e per le transazioni);
- riconoscere anche i consulenti del lavoro quali soggetti abilitati alla trasmissione telematica.
Se si insiste nella disciplina attuale, vuol dire che l’obiettivo non è quello di “semplificare” ma forse quello di “aiutare”. Chi? Certo non le aziende nè i lavoratori.

Recentemente abbiamo analizzato anche l’ultimo rapporto sull’attività di vigilanza 2015 reso noto dal Ministero del Lavoro e pubblicato sul nostro sito, dal quale emerge: da una parte è risultato incrementato il numero degli accessi ispettivi rispetto al 2014, dall’altra è risultato in diminuzione rispetto allo stesso periodo il numero dei lavoratori totalmente in nero (circa 10.000 unità in meno – 35,49% nel 2015 contro il 42,61 del 2014). Tale dato si presta a numerose interpretazioni: la diminuzione del lavoro nero può apparire un evento confortante, nella direzione della maggiore regolarità presente sul mercato del lavoro; come ha sottolineato lo stesso Ministero può significare anche una maggiore predisposizione alla regolarità, data anche dagli incentivi contributivi vigenti per le assunzioni a tempo indeterminato.

Ancora, si affaccia la fondata ipotesi che tale diminuzione del lavoro irregolare, sia conseguenza dell’exploit dei voucher. Già: è evidente che quel residuale strumento nato per l’agricoltura e per qualche ora di doposcuola, e se è anche vero che nel 2015 i buoni utilizzati sono stati circa 115 milioni, sta falsando il nostro mercato del lavoro. Con l’ulteriore conseguenza, che l’incidenza dei detti buoni, sta configurando una nuova classe di lavoratori “dedicati”, destinati al precariato e alla materiale impossibilità di costruirsi una protezione pensionistica. Le inchieste sul popolo dei “voucheristi” ormai si moltiplicano su stampa e TV evidenziando come il sistema dei buoni sia largamente utilizzato ai fini giustificativi della presenza del lavoratore sul luogo di lavoro, compensando poi l’intera e reale prestazione lavorativa con retribuzione al nero. Si innesca quindi un meccanismo diabolico di elusione nei rapporti di lavoro, economia sommersa, e precarietà sociale. E’ necessario a questo punto che il legislatore e il Ministero del Lavoro pongano la giusta attenzione al fenomeno. Si rende necessario un intervento atto a limitare ad una determinata giornata e fascia oraria la prestazione lavorativa coperta dal voucher.
Il Ministero dovrà opportunamente adottare specifiche modalità di controllo sulla regolarità del voucher, sulla reale prestazione lavorativa, sulla ripetitività o abitudinarietà e sulla complessiva legittimità dell’utilizzo del voucher.
Analizzando contestualmente la spinta dell’attuale legislatore in direzione dell’incremento dei rapporti a tempo indeterminato, registriamo una notizia recente per cui sembrerebbe che la strategia occupazionale del Governo preveda una progressiva diminuzione dell’esonero contributivo per i nuovi rapporti a tempo indeterminato, sino ad arrivare ad una strutturazione dell’incentivo attraverso il minor costo del lavoro indeterminato rispetto a quello determinato. La ricetta è decisamente condivisibile, ma poi deve diventare credibile. Insomma, non è dalla ricetta di queste righe che si scoprirebbe che l’incremento sensibile dell’occupazione ed il rilancio dell’economia passa necessariamente da un costo del lavoro repentinamente inferiore. Il problema è che tutti lo sanno e nessuno lo fa.
E chissà se a fronte della possibilità di rapporti di lavoro decisamente decurtati nei costi, ceda le armi anche il sistema dei voucher, lasciando così in piedi solo quelli effettivamente genuini: con l’ulteriore vantaggio di recuperare alla fiscalità generale più rapporti di lavoro subordinati, invece di fare gli equilibristi sul sistema dei voucher che sfuggono ad ogni imposizione fiscale.  

Condividi
Array
(
    [USER] => anclsu-com
    [HOME] => /var/www/vhosts/anclsu.com
    [FCGI_ROLE] => RESPONDER
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => XzC1AEaxN72FaF8t3jra5AAAAMU
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_REDIRECT_UNIQUE_ID] => XzC1AEaxN72FaF8t3jra5AAAAMU
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [REDIRECT_REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [REDIRECT_REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_REDIRECT_STATUS] => 200
    [REDIRECT_UNIQUE_ID] => XzC1AEaxN72FaF8t3jra5AAAAMU
    [REDIRECT_SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [REDIRECT_SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [REDIRECT_HTTPS] => on
    [REDIRECT_STATUS] => 200
    [UNIQUE_ID] => XzC1AEaxN72FaF8t3jra5AAAAMU
    [SCRIPT_URL] => /milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [SCRIPT_URI] => https://anclsu.com/milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [HTTPS] => on
    [proxy-nokeepalive] => 1
    [HTTP_HOST] => anclsu.com
    [HTTP_X_REAL_IP] => 35.172.233.215
    [HTTP_X_ACCEL_INTERNAL] => /internal-nginx-static-location
    [HTTP_CONNECTION] => close
    [HTTP_USER_AGENT] => CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
    [HTTP_ACCEPT] => text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8
    [HTTP_ACCEPT_LANGUAGE] => en-US,en;q=0.5
    [HTTP_ACCEPT_ENCODING] => br,gzip
    [PATH] => /usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin
    [SERVER_SIGNATURE] => 
    [SERVER_SOFTWARE] => Apache
    [SERVER_NAME] => anclsu.com
    [SERVER_ADDR] => 176.227.172.127
    [SERVER_PORT] => 443
    [REMOTE_ADDR] => 35.172.233.215
    [DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [REQUEST_SCHEME] => https
    [CONTEXT_PREFIX] => 
    [CONTEXT_DOCUMENT_ROOT] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs
    [SERVER_ADMIN] => root@localhost
    [SCRIPT_FILENAME] => /var/www/vhosts/anclsu.com/httpdocs/www/capitoli1081.php
    [REMOTE_PORT] => 51972
    [REDIRECT_QUERY_STRING] => title=scommessa-vincente&page=1
    [REDIRECT_URL] => /capitoli1081.php
    [GATEWAY_INTERFACE] => CGI/1.1
    [SERVER_PROTOCOL] => HTTP/1.0
    [REQUEST_METHOD] => GET
    [QUERY_STRING] => title=scommessa-vincente&page=1
    [REQUEST_URI] => /milleottantuno/leggi/scommessa-vincente/1
    [SCRIPT_NAME] => /www/capitoli1081.php
    [PHP_SELF] => /www/capitoli1081.php
    [REQUEST_TIME_FLOAT] => 1597027584.4694
    [REQUEST_TIME] => 1597027584
)
1
;